RECENSIONE #19: "OGNI GOCCIA DI SANGUE" DI MICHAEL ROBOTHAM

“Ogni goccia di sangue che mi scorre via dalle vene è la prova che sono viva. Ogni goccia di sangue è la prova che sto morendo. Ogni goccia elimina il veleno che è in me, scivolandomi lungo le braccia, gocciolando giù dalle dita.”

Titolo: Ogni goccia di sangue

Autore: Michael Robotham

Edizioni: Timecrime

Traduzione: Annalisa Biasci

Anno: 2012

Genere: thriller

Trama

Se ne sta lì, in piedi davanti alla porta, coperta di sangue. È la vittima di un crimine? O ne è l’autrice? Joseph O’Loughlin è uno psicologo criminale che collabora con la polizia di Bristol, un mestiere che riesce a gestire visto che “il signor Parkinson”, come lo chiama lui, non lo ha ancora costretto a ritirarsi. A complicare ancora di più le cose ci si mettono la recente separazione dalla moglie e un rapporto difficile con la figlia più grande. Per Joe non è un gran momento; solo il lavoro, al quale si aggrappa con le poche forze rimaste, è la sua unica ancora di salvezza. Una sera Sienna, la migliore amica della figlia di Joe, si presenta alla porta di casa O’Loughlin. La ragazza è coperta di sangue; non apre bocca, è pallida, rigida, una statua di sale. Poco dopo il cadavere del padre di Sienna, Ray Hegarty, viene ritrovato dalla polizia: giace a faccia in giù accanto al letto della figlia. O’Loughlin comincia a investigare per proprio conto, ma ogni passo lo conduce verso un ginepraio in cui si cospira perché regni il silenzio, la menzogna, perché certe verità fanno male: e allora è meglio insabbiare, corrompere, trovare un capro espiatorio che paghi per gli errori di tutti.

(http://www.amazon.it)

Recensione

Ho letto questo libro su consiglio di mia zia, divoratrice di gialli e horror. L’inizio della lettura è stato difficile: non ne ho mai capito il motivo, ma la tecnica della narrazione in prima persona singolare mi ha sempre infastidita ed è proprio quella utilizzata in questo libro. Sono contenta di non essermi bloccata per questo dettaglio: ho scoperto un libro coinvolgente e pieno di suspense, tristemente tratto da una storia vera.

I personaggi sono molto “umani”, interessanti, nessuno uguale all’altro e tutti legati da un filo invisibile e spaventoso.

Nonostante la buona caratterizzazione dei protagonisti, credo che la vera forza di questo romanzo sia la trama: aspettatevi una storia molto cruda, violenta, che vi farà inorridire ma in grado di coinvolgervi fino alla fine. Ho letto la seconda metà del libro in un soffio, tanta era la curiosità di scovare l’assassino e di risolvere l’intricata vicenda. Michael Robotham è riuscito a ingannarmi: non ho assolutamente capito chi fossero i buoni e i cattivi fino alle ultime pagine!

Lo consiglio ai veterani del thriller e alle persone poco impressionabili.

Consigliato: si se amate il genere.

Voto: 7.5/10

Boo

Ps. grazie al mio Balù che mi ha corretto la recensione!

Annunci

2 pensieri su “RECENSIONE #19: "OGNI GOCCIA DI SANGUE" DI MICHAEL ROBOTHAM

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...