INSANE BAZAR CONSIGLIA TRE #62… FILM ITINERANTI

Ciao a tutti! Per questo weekend di rientro dalle vacanze ho pensato di proporre tre film che raccontino un viaggio.

Un viaggio sia interiore che fisico: il protagonista di ogni storia va in cerca di un pezzetto di sé stesso, esplorando una porzione del mondo.

Prima di prendere un gran respiro per rituffarsi nella vita quotidiana perché non fare un po’ il punto della situazione? Vi lascio tre pellicole che si possono usare per scuotersi un po’, come un sasso nello stagno..

Into The Wild – Nelle terre selvagge (regia di Sean Penn, USA 2007)

Pronti?

Partiamo da un film che parla della ricerca di sé, del proprio posto nel mondo.

Il film racconta la storia (vera) di Christopher McCandless, che dopo la laurea in scienze sociali, nauseato dalla corrotta società in cui vive (e nella quale, si suppone, dovrebbe inserirsi) parte per un viaggio senza mezzi e senza meta.

L’unico scopo è conoscersi, e conoscere il mondo. Per me è stato un po’ un pugno nello stomaco, ed è uno di quei film che o si ama o si odia.. ma penso che valga la pena.

Il cammino per Santiago (The way, regia di Emilio Estevez, USA/Spagna 2010)

La pellicola numero due propone un tema apparentemente diverso: Tom, oftalmologo americano parte per i Pirenei per recuperare la salma del figlio. Una volta arrivato là, però rimane affascinato dal progetto: compiere il cammino fino a Santiago De Compostela. Decide allora di completare il viaggio di David, riscoprendo il suo rapporto con il figlio, e, anche in questo caso, sé stesso e il suo posto nel mondo.

This Must Be The Place (regia di Paolo Sorrentino, Italia/Francia/Irlanda 2011)

Terzo ed ultimo suggerimento, un film di Sorrentino, strano ed eccentrico come tutte le sue pellicole!

Cheyenne è una ex rockstar molto glam, che vive a Dublino con la moglie Jane. Alla morte del padre, con il quale non aveva un rapporto da molti anni, scopre cose di lui che ignorava completamente: il padre era stato internato in un campo di concentramento, ed era ossessionato dalla ricerca di un nazista che lo aveva umiliato a quei tempi. Cheyenne intraprende così un viaggio verso, e attraverso, gli Stati Uniti alla ricerca di questo ufficiale nazista: un viaggio che si rivelerà un modo per conoscere suo padre e infine, ancora una volta, per ritrovare sé stesso e il suo posto nel mondo.

Lady Bacillus

Annunci

6 pensieri su “INSANE BAZAR CONSIGLIA TRE #62… FILM ITINERANTI

  1. Mi piace questo articolo perché è in connessione con la teoria che ho sempre sostenuto e cioè che il viaggio non è una semplice “vacanza” e che non si limita a farci conoscere nuovi posti, nuove culture e a farci smaltire tutto lo stress accumulato .. il viaggio è la ricerca di se stessi (o almeno di un pezzo di sé) e, come dicevi tu, del proprio posto nel mondo. Infatti quasi tutti possiamo dire di aver fatto una vacanza.. ma quanti di noi possono dire di aver fatto un viaggio? Di essere o sentirsi cambiati dopo un viaggio? Grazie per i suggerimenti cinematografici che sono molto interessanti.. li inserirò nei film DA VEDERE ASSOLUTAMENTE! 🙂

  2. Ho beccato solo una parte di “Into the wild” e devo assolutamente vederlo tutto intero insieme agli altri che hai consigliato!
    Hai visto “I diari della motocicletta”?
    bacioni
    V

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...