FILM #13: LA BELLA E LA BESTIA

la-belle-la-bte-poster-francia-01_mid

Titolo La bella e la bestia
Titolo originale La belle et la bête
Produzione Francia
Regia Christophe Gans
Soggetto La bella e la bestia
Sceneggiatura Christophe Gans; Sandra Voahn
Cast Léa Seydoux, Vincent Cassel, André Dussollier, Eduardo Noriega, Yvonne Catterfeld, Myriam Charleins, Sara Giraudeau, Audrey Lamy, Jonathan Demurger, Nicolas Gob, Louka Meliava.
Musiche Pierre Adenot
Distribuzione Notorius Pictures
Genere Fantastico, romantico, thriller
Durata 112 minuti

 

Trama

Dal sito di Cooming soon :“La Bella e la Bestia è l’adattamento cinematografico di un grande classico della letteratura mondiale. 1810. Dopo il naufragio delle sue navi, un mercante caduto in disgrazia si rifugia in campagna con i suoi sei figli. Tra di loro c’è la più giovane Belle. Durante un faticoso viaggio, il mercante scopre il regno magico della Bestia, il quale lo condannerà a morte per avergli rubato una rosa, destinata proprio a Belle. Sentendosi responsabile della terribile sorte che si abbatte sulla sua famiglia, Belle decide si sacrificarsi al posto del padre. Al castello della Bestia, però, non è la morte che attende Belle, bensì una vita dolorosa, dove si uniscono momenti di magia, allegria e malinconia. Ogni sera, all’ora di cena, Belle e la Bestia s’incontrano. Imparano a conoscersi come due estranei diversi in tutto: mentre la Bestia deve respingere i suoi slanci amorosi, Belle tenta di svelare i suoi misteri e del suo regno. Una volta calata la notte, però, dei sogni le rivelano poco a poco il passato della Bestia. Una storia tragica, che le fa comprendere come questo feroce essere solitario fosse un tempo un maestoso principe. Armata del suo coraggio, lottando contro i pericoli e aprendo il suo cuore, Belle riuscirà a liberare la Bestia dalla maledizione, trovando, così, il vero amore.“

Recensione

La bella e la bestia è sempre stata la mia fiaba preferita! Come tutte le bambine (o quasi) ho conosciuto questa storia grazie alla versione cinematografica della Disney, un cartone animato che ho visto e rivisto almeno un milione di volte! (Uno dei miei favoriti in assoluto!!).

Crescendo mi è venuta voglia di leggere e di scoprire le molteplici varianti di questa fiaba che ha conosciuto un eccezionale successo europeo nel corso dei secoli.

Secondo alcuni studiosi, le origini di questa storia potrebbero risalire alla celeberrima storia di Apuleio, Amore e Psiche, contenuta nelle Metamorfosi.

La prima versione di questa fiaba fu quella di Madame Villeneuve del 1740; altre fonti, invece, attribuirebbero il racconto originale a Giovanni Francesco Straparola, il quale pubblicò una raccolta di novelle e fiabe nel 1550, Le piacevoli notti, nella quale si ritroverebbe una trasposizione de La bella e la bestia.

La versione più popolare è certamente quella dello scrittore francese Beaumont, il quale riprese l’opera della Villeneuve e la riadattò.

Dopo questa breve introduzione, passiamo al film!

Il regista si è ispirato certamente alle versioni francesi, soprattutto a quella di Beaumont! È da lui che riprende gli elementi essenziali della storia: il padre di Belle, ricco mercante che perde tutto a causa di un naufragio; i tre fratelli e le due sorelle viziate ed invidiose (che rievocano le sorellastre di Cenerentola) che cercano di mettere in difficoltà la sorella; la richiesta di Belle di avere in dono una rosa che porterà al terribile patto con la bestia; il lieto fine.

Avevo tante aspettative: la storia c’era, gli attori c’erano, gli effetti speciali ci sono stati; eppure è mancato qualcosa.

Ho trovato questo film troppo “mentale” e poco passionale: i personaggi sono poco caratterizzati, mancano di emozioni forti, di passione e quindi diventa molto difficile immedesimarsi e provare empatia.

L’amore che nasce tra Belle e la bestia viene approfondito e sviluppato molto poco: sboccia senza farci capire perché, senza mostrarci il senso profondo di questo legame.

Ho apprezzato, invece, la fotografia e la scenografia: in questo caso possiamo parlare di “meraviglia cinematografica”, di cura e di attenzione ad ogni singolo dettaglio.

Un’ultima parola la voglio riservare per gli attori principali: Léa Seydoux e Vincent Cassel (uno degli uomini più affascinanti del mondo) sono interpreti straordinari, ma in questo ruolo li ho trovati un po’ bloccati, chiusi, vincolati a dei ruoli che non hanno messo in luce le loro capacità.

Io vi consiglio, comunque, di vedere questo film, soprattutto se siete delle amanti della fiaba e di Vincent Cassel!

Buona visione

Voto: 7 / 10

Miss Piggy

PS. vi ricordiamo che oggi è l’ultimo giorno per partecipare al contest “2 ANNI DI INSANE BAZAR: IL BLOG CAMBIA LOOK E C’E’ UN PREMIO PER VOI!” e avere la possibilità di vincere qualche regalino! Avete tempo fino a mezzanotte, in bocca al lupo!

Annunci

8 pensieri su “FILM #13: LA BELLA E LA BESTIA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...