FILM #16: TUTTA COLPA DI FREUD

locandina

Titolo Tutta colpa di Freud
Produzione Medusa Film
Regia Paolo Genovese
Soggetto  Paolo Genovese, Paola Mammimi, Leonardo Pieraccioni
Sceneggiatura Paolo Genovese
Cast Marco Giallini, Anna Foglietta, Vittoria Puccini, Claudia Gerini, Vinicio Marchioni, Laura Adriani, Daniele Liotti, Alessandro Gassman, Edoardo Leo, Giulia Bevilacqua, Dario Bandiera, Maurizio Mattioli, Alessia Barela, Antonio Manzini, Paolo Calabresi, Francesca Apolloni, Michela Andreozzi, Gian Marco Tognazzi, Lucia Ocone
Distribuzione Medusa Film
Fotografia Fabrizio Lucci
Montaggio Irma Misantoni
Genere Commedia
Durata 120 Min
Anno 2014

Trama

Dal sito:  http://www.mymovies.it/film/2014/tuttacolpadifreud/

Uno psicologo cinquantenne, Francesco, è stato lasciato solo dalla moglie ad allevare tre figlie e continua a farlo con grande amore e attenzione nonostante l’ultima abbia già compiuto 18 anni e la prima abbia superato i 30. Le tre figlie sono particolarmente sfortunate in amore: Sara, omosessuale, viene regolarmente lasciata dalle fidanzate quando le cose si fanno serie; Marta, libraia, si innamora di scrittori che non la ricambiano; Emma, maturanda, ha avviato una storia con Alessandro, coetaneo di suo padre e per giunta sposato con Claudia. A complicare ulteriormente le cose, Claudia è l’amore segreto di Francesco, che la incontra ogni giorno ma non osa rivolgerle parola, inizialmente ignaro che sia proprio lei la moglie del fedifrago.

Recensione personale

L’idea che mi ero fatta guardando il trailer eraquella di un film senza un tema concreto (la mia fiducia era pari a zero), ma poi mi sono ricreduta: i temi che vengono affrontati sono comuni, quotidiani, temi che riguardano soprattutto il modo di vivere dei ragazzi di oggi, dal loro vestiario fino al loro linguaggio non sempre garbato.

Il mio scetticismo si è via via dissipato, nonostante l’apertura iniziale del film, tipico della “commedia italiana”.

Mi è piaciuto, perché il regista è riuscito a non renderlo “noioso” nonostante l’immersione dei personaggi nei climi burrascosi della vita: l’amore tra due omosessuali, la differenza di età fra due fidanzati, l’amore sbagliato e mai corrisposto; il tutto viene condito da uno psicanalista che rimane ben solido e coi nervi saldi fino all’ultimo, in grado di gestire le situazioni senza difficoltà, per poi scoppiare all’improvviso: anche lui, alla fine, va in crisi.

Lo scorrimento della storia è lineare.

Adoro Alessandro Gassman come attore, anche se in questo film gli hanno “incollato” la bella responsabilità di traditore/fidanzato.

In sostanza questo film rispecchia la realtà di oggi affrontando, senza annoiare lo spettatore e nemmeno sminuire, i temi più importanti della vita.

È un film simpatico, da gustare in totale relax oppure in compagnia, anche dopo un’intensa giornata di lavoro, perché qui le risate non mancano.

Voto: 7.5/10

Vedochiaro

Annunci

3 pensieri su “FILM #16: TUTTA COLPA DI FREUD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...