INSANE BAZAR CONSIGLIA TRE #102… FIORI CHE ADORO

Ciao ragazze, oggi vi consiglio questi tre fiori per il loro prezzo ridotto ma soprattutto per la loro particolarità che li contraddistingue dalle classiche piantine. Le adoro, quindi non posso mai mancare in casa mia, ma sono anche ottime come regalo per un’amica e sono veramente economiche.

AMARYLLIS

Piccola piantina dalla base bulbosa, deliziosa e delicata, produce lunghe foglie arcuate. Tra gennaio e giugno produce un lungo fusto carnoso su cui sbocciano grandissimi fiori a forma di tromba, di colore vario, semplici o doppi. Esistono numerosi ibridi, in genere producono tre o più fiori su ogni singolo fusto, o hanno fiori striati o di colore particolare. Questa pianta teme il freddo, perciò è tipica da appartamento o come centrotavola da salotto.
(cit.www.giardinaggio.it)

Io a marzo ho aperto la cera lacca bianca per curiosità e vi ho trovato delle radici che spuntavano fuori dal bulbo, quindi consultandomi con la fiorista, l ho pianta in un vaso più grande e ora è fuori sul balcone all’aria aperta ma non esposta al sole (ho ricoperto di terra l’intero bulbo).

Il bulbo assomiglia ad una vera e propria cipolla…

AMARILLIS 2 copia

 ORCHIDEA

Fine, elegante e dai colori vivaci assomiglia ad una chioma di capelli ricci corti.

E’ curiosa la sua forma: dal fusto lungo e sottile, ha bisogno di molta luce e non può essere esposta (o con moderazione) all’aria aperta ma non direttamente al sole.

In appartamento deve essere in un ambiente umido, non secco altrimenti morirebbe.

Le annaffiature devono essere molto frequenti, ma evitando di inzuppare il substrato: ogni 3-5 giorni inumidiamo il terreno con acqua demineralizzata a temperatura ambiente.

Buona parte delle orchidee tropicali sono epifite, ovvero non affondano le loro radici nel terreno, ma vivono tra le intersezioni dei rami di alti alberi, o tra le rocce, dove si depositano materiali decomposti o in decomposizione; quindi prediligono terreni molto soffici.

(cit http://www.giardinaggio.it)

451d6d185776b7d25407b91fcd7887c5

CACTUS

Pianta grassa che cresce senza essere annaffiata, ha un suo perché: il fusto alto e snello la rende elegante ma abbastanza pungente!!!

Inizialmente era alto la metà, poi l’ho messo all’aperto in un vaso sul balcone e si è alzato! Ha bisogno di luce per crescere e si trova in ogni parte del mondo.

I cactus non hanno bisogno di grandi quantità di acqua. Nella stagione calda la pianta va annaffiata ogni qualvolta il terreno risulti asciutto in superficie. In linea di massima, i cactus andranno bagnati una volta a settimana. A seconda della grandezza del vaso, varierà anche la tempistica dell’annaffiatura. La pianta va annaffiata uniformemente cercando di far penetrare l’acqua fino al fondo; l’acqua, in un terreno con giusto drenaggio, tenderà a fuoriuscire dal vaso e sarà sufficiente svuotare il sottovaso per non avere ristagni. Il momento ideale per annaffiarlo è la sera e l’acqua dovrà essere a temperatura ambiente.( cit. http://www.giardinaggio.it)

cactus

Quindi tutti e tre possono essere regalati perché simpatici, economici e dalle forme più fantasiose.

Un bacio

Vedochiaro

Annunci

4 pensieri su “INSANE BAZAR CONSIGLIA TRE #102… FIORI CHE ADORO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...